Maestri Gioiellieri dal 1889

I gioielli Carlo Raspagni sono una tradizione che iniziò nel 1889 a Valenza Po, cuore ed emblema della gioiellieria italiana.

Tramandata di padre in figlio oltrepassando più di un secolo di storia, essa è giunta alla quinta generazione ed è oggi all’avanguardia nella creazione di collezioni capaci di soddisfare ogni desiderio: da uno stile classico con molteplici varianti, a vere e proprie opere d’arte orafe uniche ed irripetibili.

L’esecuzione interamente artigianale di maestri orafi, l’elevata qualità dei materiali, l’originalità nel design ed il servizio accurato offerto ai clienti sono da sempre i nostri punti di forza sul mercato internazionale.

Possedere un gioiello Carlo Raspagni significa arricchire la propria essenza. Ovunque e nel tempo.

 

La Nascita

 

Il capostipite Attilio Raspagni (1869-1935) acquisì un’ampia conoscenza dell’arte orafa nei migliori laboratori milanesi dell’epoca mentre frequentava l’accademia delle belle arti di Brera.
Invitato da una prestigiosa ditta orafa si stabilì in Valenza nel 1889 lavorando come orefice gioielliere applicando nuove tecniche decorative e migliorando la lavorazione dei metalli nobili.

 

L’Espansione

 

Nel 1922 il primogenito Carlo Raspagni (1892-1971) proseguì l’attività di famiglia aprendo una nuova ditta che continuò ad affermarsi espandendo il commercio in varie parti d’Italia e giunse ad acquistare i brillanti alla borsa diamanti in Belgio.

 

La Ribalta Internazionale

 

Il figlio Armando Raspagni (1920-1998) emerso nel settore orafo per le sue abilità artigianali, aprii una propria attività a metà degli anni ’60 scoprendo una naturale predisposizione al commercio e fu l’espressione della più pura arte orafa italiana, cogliendo ed interpretando i gusti della società di rilievo del suo tempo.
Espositore nelle maggiori mostre internazionali del gioiello a New York, Londra, Parigi, Monaco, fu più volte premiato per le sue opere che raggiungevano nuove e singolari forme di stupefacente perfezione.

 

Le Aste Mondiali

 

Il figlio Carlo (1955) omonimo del nonno, dopo aver affiancato il padre Armando nel ramo tecnico amministrativo, grazie alle sue vaste conoscenze in gemmologia e alla sua elevata sensibilità artistica è stato creatore di forme di gioielleria uniche ed ambite in tutto il mondo. Collaborando con le maggiori aste mondiali ha ampliato ulteriormente le possibilità d’affermazione dei propri figli.

 

Oggi

 

Alberto (1983), primogenito di Carlo, fin da bambino esprimeva sensibilità artistica ereditata dal padre attraverso bozze artistiche che, crescendo, riuscì a trasformare in collezioni cariche degli stessi autentici valori tramandati dalla tradizione famigliare. In questo modo, oggi, il marchio riceve nuove possibilità d’espansione grazie ad uno stile che va al di là delle mode e del tempo. Perito ed esperto in gioielleria antica e moderna, nonché iscritto all’albo presso la Camera di Commercio di Alessandria, si occupa inoltre di consulenze a privati, banche e tribunali.

Edoardo (1985), il secondogenito, seguendo le orme del padre, cura la parte amministrativa e la distribuzione internazionale, si occupa delle relazioni con i clienti e gestisce il reparto vendita in tutti i suoi aspetti.